I prodotti alimentari freschi e deperibili richiedono una catena logistica specializzata e molto professionale. A Padova le soluzioni più avanzate per il settore.

(Padova, 6 marzo 2017) Green Logistics Expo, il nuovo Salone Internazionale dedicato alla logistica sostenibile, promosso da Interporto Padova e PadovaFiere, in calendario dal 7 al 9 marzo 2018, si arricchisce di un nuovo settore specialistico: quello dedicato alla logistica del Fresh Food.
Un settore di grande importanza in Italia dove la produzione agroalimentare di qualità è molto diffusa, ma sconta ancora qualche difficoltà proprio a raggiungere in modo ottimale i consumatori. Il tema è al centro anche di un progetto della Commissione Europea nell’ambito del Programma CEF e coinvolge oltre all’Italia, anche Slovenia, Francia, Cipro e Israele.
La logistica del Fresh Food presuppone una altissima specializzazione: i prodotti deperibili debbono essere mantenuti nel range di temperatura ottimale in tutto il percorso dall’origine al punto vendita, hanno una shelf-life cortissima e chi si occupa di questo settore sa che i clienti chiedono un livello di servizio esasperato.

Green Logistics Expo è attenta a tutte le novità e tendenze del mercato e non poteva trascurare questo particolare segmento che sta acquistando sempre più importanza sia se guardiamo al mercato nazionale che alle relazioni di import/export di questi prodotti. Il focus proposto da Green Logistics Expo riguarderà quindi tutte le attrezzature e le tecnologie che permettono di movimentare e trasportare il Fresh Food in sicurezza e mantenendo inalterate le caratteristiche organolettiche, i magazzini di prossimità a temperatura controllata, i Fresh Food Corridors nella catena intermodale e logistica, ma anche le esigenze della GDO e le nuove sfide poste dall’e-commerce di prodotti freschi e deperibili.
Non ultima, la parte convegnistica affronterà la complessa normativa che condiziona i trasporti di prodotti alimentari freschi e non solo. Si tratta di norme relative agli aspetti igienico e sanitari (HACCP e certificazioni sanitarie degli automezzi ad esempio) ma anche gli aspetti relativi al Codice della Strada.
Il fattore tempo, soprattutto per l’ortofrutta è cruciale: i “tempi commerciali” devono tenere conto dei “tempi biologici” dei prodotti agricoli, ma si scontrano inevitabilmente con i tempi della logistica. Le soluzioni sono a Green Logistics Expo.

Ufficio stampa

Franco Tanel
+39 335 595 4981
tanel@greenlogisticsexpo.com