Il pensiero di Zeno D’Agostino, Presidente dell’Autorità Portuale di Trieste, sintetizza una preoccupazione molto diffusa nel mondo della logistica: “Quello del commercio elettronico è un fenomeno che sta cambiando l’assetto complessivo di tutto il sistema.”

La sua enorme rilevanza su tutto il comparto distributivo, e della logistica in particolare, ha portato Green Logistics Expo a dedicare al fenomeno – “una rivoluzione che viene portata avanti da attori non tradizionali della logistica” – un’intera macrosezione del Salone, pur nella consapevolezza che, trasversalmente, l’e-commerce coinvolge anche le altre tre di cui si compone la manifestazione: City&Logistics, l’intermodalità e la logistica industriale.

All’e-commerce e alle aziende specializzate nella progettazione e gestione del canale di vendita on-line è dedicato un ampio spazio espositivo. Ma non solo. Un’intera giornata, quella di giovedì 8 marzo, presenta una serie di approfondimenti, case history, incontri con i big del settore – da Amazon a Google – per affrontare direttamente con loro specifici focus. L’appuntamento è dedicato ai logistici dell’e-commerce ma anche alle aziende della produzione, e alle numerose startup che si affacciano a questo nuovo canale di vendita diretta. Come va affrontata? A chi ci si deve rivolgere ? Quali investimenti sono necessari per un progetto di successo? Sono solo alcune delle domande alle quali gli esperti proporranno delle risposte. Non si dimentica neppure il mondo del retail tradizionale, che si interroga su come comportarsi, trasformarsi, rinnovarsi in presenza di tali novità e su come affrontare il tema delle nuove regole necessarie per un rapporto corretto tra Pubblico e Privato.