CONVEGNO UNIONE INTERPORTI RIUNITI: una rete strategica per l’Italia

Il 16 aprile, organizzato da UIR in collaborazione con l’Interporto di Nola, si è tenuto il convegno annuale “Interporti al Centro” che vede i principali attori interportuali italiani riuniti per fare il punto sullo stato di avanzamento delle politiche logistiche e del trasporto che li vede coinvolti.

Tanti i temi trattati e le affinità con Green Logistics Expo: intermodalità, digitalizzazione, sostenibilità e connessioni.

Evento UIR a carattere nazionale con un focus sul network dei poli logistici-intermodali italiani quale asset strategico per l’Italia. All’evento hanno partecipato i rappresentanti di tutti gli interporti italiani associati, nonché alcuni esponenti del mondo accademico, economico, del settore dei trasporti e della logistica.

Uno degli aspetti centrali dell’attività UIR (Unione Interporti Riuniti) riguarda senza dubbio il tema dell’intermodalità e la sinergia con la rete ferroviaria, con la portualità e con il mondo dell’autotrasporto nel loro insieme, al fine di migliorare e incrementare i flussi di trasporto. Centrale è stato anche, il concetto di rete, peculiarità delle infrastrutture logistiche. Sono anni che gli interporti lavorano per il rilancio della Piattaforma Italia attraverso una serie di azioni coordinate con le istituzioni nazionali ed europee, con le Associazioni di Categoria e con i principali operatori del settore.

Le imprese che hanno scelto, scelgono e sceglieranno il trasporto intermodale con una visione sempre più orientata alla sostenibilità ambientale (riduzione delle emissioni), economica (riduzione dei costi) e sociale (attenzione agli autotrasportatori ed alla comunità tutta).

L’importanza della rete dei 26 interporti italiani viene sottolineata da alcuni dati di grande importanza: 32 Milioni di metri quadri di servizi logistici; 3,3 Milioni di mq di terminal; 5 Milioni di mq di magazzini; 1.200 aziende di Trasporto e Logistica con oltre 20.000 addetti 1.500.000 tonnellate di CO2 risparmiate ogni anno 70 Milioni di tonnellate di merce movimentata; +50.000 treni arrivati/partiti; +25.000 mezzi pesanti in/out.

Questi numeri evidenziano un settore economico in salute e sono destinati a crescere per effetti degli investimenti che gli associati stanno portando avanti grazie ai cofinanziamenti del MIT e del PNRR sulle infrastrutture (piazzali, terminal, investimenti in tecnologia, aree di sosta sicure, ecc..), sui i mezzi di sollevamento, e l’ideazione e la costituzione di una rete digitale tra gli interporti che punta a connettere gli interporti italiani alla futura PLN.

L’obiettivo è sicuramente quello di incentivare lo sviluppo dei flussi di traffico intermodale dagli interporti italiani verso i porti nazionali o verso le destinazioni estere anche attraverso i principali valichi alpini con un occhio di riguardo verso la sostenibilità ambientale, anche in considerazione delle normative europee legate alle emissioni atmosferiche. Inoltre, sarà fondamentale il potenziamento delle relazioni tra gli stakeholder di settore per massimizzare la collaborazione tra infrastrutture e operatori.

La connessione oggi è inevitabile, il mondo si muove verso la digitalizzazione di ogni forma di commercio e la logistica non può essere da meno. La crescita deve riguardare sia la parte legata ai sistemi informatici, gestionali, controllo traffico merci, ma anche quella relazionale in termini di connessioni digitali tra le varie realtà interportuali ed infine tra gli interporti ed il resto del settore del trasporto merci. Secondo il recente rapporto Annuale Fermerci, inoltre, grazie all’attuazione delle opere del PNRR, verranno interrotte circa il 60% delle linee ferroviarie, corrispondenti a circa 4100 giorni di indisponibilità delle stesse. Come per la digitalizzazione, anche per il traffico merci, UIR, in strettissima collaborazione con RFI, si sta attivando per assorbire tali difficoltà e poi rilanciare dal 2027 in poi per promuovere una supply chain efficiente e sempre sostenibile.

Vi aspettiamo in fiera dal 9 al 11 ottobre per approfondire tutte le tematiche legate al mondo della logistica e dei trasporti.