Un dialogo con l’Olanda

AVVIATO UN TAVOLO DI LAVORO CON UN PAESE LEADER DELLA LOGISTICA 

Al centro l’innovazione tecnologica, l’agrologistica, la mobilità sostenibile

Green Logistics Expo ha avviato un importante tavolo di lavoro con l’Ambasciata e il Consolato olandesi in Italia, in vista della seconda edizione dell’evento, che si terrà dal 18 al 20 marzo 2020 alla Fiera di Padova.

Nella sede di Interporto Padova, alla presenza del direttore Real Estate e Logistica Paolo Pandolfo, si sono incontrati Manuela Capra, dell’Ufficio Commerciale del Consolato Generale del Regno dei Paesi Bassi e Chris Schoenmakers, Senior Economics Advisor dell’Ambasciata italiana del Regno dei Paesi Bassi con i responsabili di Green Logistics Expo Cleofe Zandonà e Francesco Nosella.

Al termine dell’incontro, i due rappresentanti olandesi hanno visitato Interporto Padova e in particolare il terminal ferroviario. Con il porto di Rotterdam, Interporto Padova organizza treni quotidiani le cui merci hanno, come destinazione finale, i mercati del Canada, degli Stati Uniti e dell’Inghilterra.

I rappresentanti olandesi hanno manifestato un forte interesse nei confronti della manifestazione fieristica di Padova, che può rappresentare l’occasione per far decollare un dialogo sulla logistica tra le due realtà del nord e del sud dell’Europa.

Per rendere efficace la patecipazione delle aziende olandesi a Green Logistics Expo è tuttavia necessario lavorare fin d’ora, in modo congiunto, per individuare i temi di maggior interesse e i soggetti coinvolti.

A partire dai relativi punti di forza, si è quindi stabilito di approfondire tre diverse aree, nelle quali coinvolgere aziende e operatori. Si tratta di temi trasversali a tutte le macroaree intorno alle quali è organizzata Green Logistics Expo e in particolare quelle dell’intermodalità e della City & Logistics.

La prima traccia di approfondimento riguarda l’ammodernamento tecnologico della portualità, in particolare delle banchine, un argomento che vede Rotterdam all’avanguardia e che può quindi contribuire allo  sviluppo dell’intero sistema.

La seconda fa riferimento a uno dei nuovi focus della prossima edizione di Green Logistics Expo, ovvero quello della Logistica integrata del food. Si tratta del confronto tra industria alimentare, operatori logistici del food e Grande Distribuzione Organizzata. L’”Agrologistica”, oltre che di attualità e d’interesse soprattutto per l’Italia, patria del buon cibo, è tema delicato e complesso, sottoposto ad attente certificazioni e monitoraggio a fronte di una domanda in crescita, diversificata, esigente.

Infine, la terza traccia di lavoro riguarda il tema delle città, della loro vivibilità, delle innovazioni sostenibili e in particolare della mobilità elettrica, dello sviluppo della mobilità ciclistica e delle conseguenze nei trasporti urbani dell’irruzione dell’e-commerce e, in generale, della smart mobility.

Non ci si è tuttavia soffermati unicamente agli aspetti business, ma si è convenuto che lo scambio può e deve abbracciare anche l’aspetto culturale, fondamento delle relative identità e quindi di scambi fecondi.

L’incontro si è concluso con l’impegno di definire prima dell’estate un Progetto Olanda a Green Logistics Expo sul quale convogliare gli interessi delle aziende a partire dal mese di settembre.

Indietro

Avanti